Pulizie di primavera all’Oasi Boza

Pubblichiamo il comunicato stampa relativo ai lavori effettuati in Boza nei giorni scorsi.

Nei giorni scorsi Gino Piludu, volontario del Circolo Legambiente “Il Presidio” di Cassano Magnago, ha provveduto alla pulizia e rimozione dei rifiuti, tra cui una bicicletta, che si trovavano sul manufatto di consolidamento della scarpata a nord dell’Oasi Boza.
Come da noi segnalato con lettera protocollata in Comune nelle scorse settimane, quei rifiuti erano stati abbandonati o buttati da qualcuno che ha bivaccato in un’area pericolosa, in quanto scoscesa, ed al di fuori dei percorsi autorizzati tanto è vero che l’intervento ha richiesto l’utilizzo di attrezzatura per lavorare in sicurezza.
Ci sembra opportuno ricordare che i frequentatori dell’Oasi devono attenersi alle norme comportamentali previste dal regolamento e invitiamo a segnalare agli organi preposti eventuali comportamenti scorretti al fine di tutelare l’area naturalistica.
Ma il nostro socio volontario non si è limitato a rimuovere i rifiuti, ha anche provveduto alla rimozione di alcuni vecchi manufatti usurati dal tempo e ad effettuare manutenzioni dove necessario.
Ci preme sottolineare la necessità che venga formalizzata, da parte dell’Amministrazione Comunale, una convenzione con quelle realtà del territorio che intendono impegnarsi per la salvaguardia del prezioso habitat naturale rappresentato dall’Oasi Boza al fine di poter attuare un piano di gestione e di manutenzione pluriennale. Da parte nostra, da tempo, abbiamo dato la disponibilità.
Auspichiamo infine che venga formalizzato l’ingresso nel Parco RTO dell’area nord di Cassano, comprendente anche l’Oasi Boza, così come venne sancito dal Consiglio Comunale nel luglio 2015.

Link all’articolo di Varesenews.

Taggato con:
Pubblicato in Volontariato
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial